Volevamo vedere i nostri amici di Bologna e così abbiamo organizzato una bella giornata in una città d’arte a metà strada tra Bologna e Bergamo. Eccoci qua a Cremona, dopo un’ora e mezzo di viaggio, al parcheggio del piazzale Croce Rossa, in perfetto orario. Raggiungiamo i nostri amici e via alla scoperta di Cremona.
Dopo esserci orientati, ci siamo incamminati verso il centro del paese. Purtoppo la nebbia ha un po’ rovinato le fotografie scattate ma non la giornata visti i luoghi e l’ottima compagnia.
Il centro storico di Cremona si sviluppa nella piazza del Comune dove vi sono suggestivi monumenti medievali e più precisamente: Il Duomo, il Torrazzo, la Loggia dei Militi, il Palazzo del Comune e il Battistero. Questa piazza ricorda molto quelle Toscane.


Il Duomo è dedicato a Santa Maria Assunta. A gennaio del 1117 un devastante terremoto sconvolse l’italia del nord e danneggiò gravemente anche la cattedrale cremonese, che venne ricostruita nei decenni successivi. Il Torrazzo o torre campanaria affianca il Duomo è alta 112 metri per un totale di 502 gradini, purtroppo non siamo riusciti a salire, visto che la nebbia ostacolava la vista, in compenso siamo entrati nel Battistero con interni abbelliti da una fonte battesimale, da un crocifisso trecentesco e ai lati da due altari uno dedicato alla Madonna Addolorata e l’altro dedicato a San Biagio.


Terminata la visita ci siamo immersi tra le vie del paese e tra i negozi.
Essendo già l’ora di pranzo abbiamo deciso di fermarci a mangiare, dopo aver visitato la fiera del libro presente sotto i portici della Galleria XXV Aprile, abbiamo trovato un ristorante chiamato “Cremonese”. Abbiamo mangiato molto bene e il prezzo è stato decisamente contenuto. Usciti dal ristorante ci siamo accorti che la nebbia aveva lasciato il posto al sole, allora abbiamo deciso di ritornare in piazza per scattare qualche fotografia.
Prima di tornare a casa siamo tornati presso la Galleria XXV Aprile dove, prima di pranzo, avevamo visto un negozietto di dolci tipici cremonesi chiamato “Dolci cose”. Abbiamo fatto razzia di torrone e ci siamo gustati una cioccolata d’asporto al cioccolato fondente e torroncino, una vera bontà.
Che dire ormai la nostra giornata si è conclusa, Cremona è piccola ma davvero bella e poi il torrone è una vera squisitezza.