Solferino è particolarmente conosciuto per la battaglia (24 giugno 1859) che ne prese il nome, combattuta fra l’esercito austriaco e quello franco-sardo come atto finale e conclusivo della seconda guerra d’indipendenza. La battaglia si concluse a Solferino con la presa della rocca, più conosciuta come la “Spia d’Italia” per la sua posizione dominante.


La poderosa rocca quadrata eretta nel 1022, contiene al piano terra, cimeli, armi, documenti e, nella sala dei sovrani più in alto, i ritratti di Napoleone III e di Vittorio Emanuele II. Appena saliti sul terrazzo troverete uno spettacolo a 360 gradi della splendida campagna circostante.