canale facebook di viaggiatoreweb

Ricerca una località

Oppure selezionala dalla mappa accanto con un click

Trascina la mappa per modificare la vista

Premi il tasto + o - per lo zoom

Località vicine:
---

Piazza di Spagna - Piazza di Spagna

guida di Piazza di Spagna Tra le piazze più famose e conosciute di Roma c’è sicuramente piazza di Spagna. Con tutta la sua eleganza, è un angolo raccolto e particolarissimo che vanta una lunga storia. Posizionata ai piedi della collina del Pincio, Piazza di Spagna ha da sempre rappresentato il centro della vita culturale e turistica della città di Roma. E’ così chiamata per la presenza di Palazzo di Spagna, sede dell’Ambasciata dello stato iberico presso lo Stato Pontificio e dopo il 1870 presso la Santa Sede. Il palazzo risale al 1647 e fu totalmente rinnovato nel 1653 per mano di Antonio Del Grande, che probabilmente si avvalse di disegni del Borromini, al quale era stata richiesta una progettazione, ma che non lo realizzò direttamente, essendo impegnato in altri lavori. Fu allestito anche un teatro privato al suo interno dove il 14 Dicembre 1782 Vittorio Alfieri rappresentò la sua “Antigone”. Dopo la breve dominazione francese a Roma, che comportò l’occupazione temporanea dell’edificio da parte delle milizie napoleoniche, si ebbe un radicale rinnovamento della facciata ad opera dell’architetto spagnolo Antonio Celles. Dinanzi al palazzo, che mantiene ancora oggi la sua funzione di residenza ed uffici dell’Ambasciatore di Spagna presso la Santa Sede, si erge la Colonna dell’Immacolata Concezione che Pio IX volle erigere nel 1857 a memoria del dogma dell’Immacolata Concezione definito tre anni prima. Il giorno dell’inaugurazione, la facciata del palazzo dell’Ambasciata di Spagna fu ricoperta da una tribuna in legno decorata con colonne, pilastri, timpano (tutto in legno, cartapesta e gesso), sulla quale sedettero 240 tra vescovi e alti prelati. Il papa arrivò in carrozza, seguito da quasi tutto il Sacro Collegio cardinalizio e dalla Curia Apostolica. Tutto il popolo era riverente di fronte al dogma, anche se le romane ghignavano perché sapevano che Giuseppe Obici, lo scultore della statua della Madonna, aveva usato una modella bellissima, la suocera. Tradizione vuole che una squadra di Vigili del Fuoco compia una devota scalata per mettere fiori freschi tra le braccia della Madonna ogni anno, la mattina dell’8 Dicembre. Protagonista indiscussa è però la celebre scalinata di Trinità dei Monti terminata nel 1726 grazie al lavoro dell’architetto Francesco de Sanctis il cui progetto venne approvato dai Francesi (proprietari del terreno) e da papa Innocenzo XIII Conti. La scalinata alterna tratti curvi, tratti diritti e terrazze, costituendo uno degli esempi più rappresentativi dell’ultima arte barocca, di cui sintetizza il gusto scenografico e spettacolare. La soluzione non piacque però molto ai critici del tempo, ma fu invece molto amata dal popolo che ne apprezzò proprio la sua funzionalità e comodità. Sul lato destro della scalinata, vi è la Casina Rossa che apparteneva ad una signora di nome Anna Angeletti, la quale affittava camere ai turisti in visita a Roma. Il poeta Keats, accompagnato dal suo amico pittore Joseph Severn, prese una camera d’angolo al secondo piano. Qui il poeta trascorse gli ultimi giorni della sua vita e vi morì, giovanissimo, il 23 febbraio 1821 a soli 26 anni. La finestra della camera si apriva sulla piazza e lo scorrere limpido e musicale delle acque della Barcaccia lo accompagnò in quei mesi di solitudine e sofferenza. Al centro della piazza si trova la Barcaccia, una fontana dalla forma assai curiosa, voluta da papa Urbano VIII Barberini che chiamò alla sua realizzazione Pietro Bernini con il figlio Gian Lorenzo: barca semisommersa in una vasca ovale posta leggermente al di sotto del piano stradale, con prua e poppa, di forma identica, molto rialzate rispetto ai bordi laterali più bassi, appena sopra il livello del bacino. Secondo una versione popolare molto accreditata, la sua particolare forma potrebbe essere stata ispirata dalla presenza sulla piazza di una barca in secca, portata fin lì dalla piena del Tevere del 1598, nel cui ricordo il papa potrebbe aver commissionato l’opera.

Posizione geografica

Località: Piazza di Spagna

Città: Roma

Provincia: Roma

Regione: Lazio

Nazione: Italia

Continente: Europa

Latitudine: 41.872
(N 41°52'20" )

Longitudine: 12.48
(E 12°28'48" )

Editore:

lasinodoro
lasinodoro

Commenti

Nessun commento per questa guida

Aggiungi le tue opinioni

 

Contenuti vicini

A 0 Km -
da vedere

Roma

foto guida

La Bocca della Verità

Chi non conosce la Bocca della Verità? E’ infatti uno dei simboli della Città Eterna, tappa imperdibile

A 2.3 Km -
Informazioni turistiche

Roma

foto guida

Roma è davvero così cara?

Roma è la quarta destinazione più ricercata al mondo e questo al pari di Londra e Parigi, l’ha resa

A 2.5 Km -
da vedere

Roma

foto guida

Il Colosseo

Simbolo indiscusso di Roma è certamente il Colosseo. Ma lo sapevate che questo non è il suo vero nome?

A 3.2 Km -
da vedere

Roma

foto guida

La Fontana di Trevi

Chi una volta giunto a Roma non desidera passare davanti alla Fontana di Trevi? Certo il ricordo di Anita

A 2.5 Km -
Culturali

Roma

foto evento

Open day Istituto freudiano di Roma - novembre

A 2.5 Km -
Culturali

Roma

foto evento

I poteri e i limiti dell'interpretazione dei sogni

A 2.5 Km -
Culturali

Roma

foto evento

Inconscio e interpretazione

A 2.5 Km -
Mostre

Roma

foto evento

Be Rossocinabro

Condividi questa guida

...
STRUTTURE
foto struttura

 

foto struttura

A 1 Km -roma: tr3natr3

 

foto struttura

A 3 Km -Roma: Interno 14

 

foto struttura

A 3 Km -Roma: Ave Roma b&b

 

foto struttura

A 3 Km -Roma: Maison Candia Luxury House