canale facebook di viaggiatoreweb

Ricerca una località

Oppure selezionala dalla mappa accanto con un click

Trascina la mappa per modificare la vista

Premi il tasto + o - per lo zoom

Località vicine:
---

La perla nascosta della Riviera d'Ulisse - scauri

guida di scauri Minturno e Scauri la perla nascosta della Riviera d’Ulisse. Meno conosciuti, rispetto alle altre cittadine della Riviera d’Ulisse, quali Gaeta, Sperlonga e Formia, ma non meno interessanti sono Minturno e Scauri. Scauri, nata in età remota dagli antichi Aurunci, poi insediata dagli antichi romani, chiamata Pyrae, è stata come oggi un approdo turistico molto apprezzato. Uno dei primi ad apprezzare il mare di questo litorale fù Marco Emilio Scauro, console romano nel 115 a.c. Difatti, ogni anno, durante la festa dell’Arrivederci a Scauri, organizzata per salutare i turisti, viene consegnato il premio omonimo ai turisti veterani. I monumenti che si possono ammirare oggi sono, un tratto della cinta urbana poligonale dette Mura Megalitiche, i resti della dimora del Console Scauro, la Torre Quadrata e quella dei Molini. Il litorale presenta un lungomare lungo circa 4 chilometri, da dove si ammira buona parte del Golfo di Gaeta. Tra le spiagge più famose, c’è quella dei Sassolini, insenatura naturale riparata tra Monte d'Oro e Monte di Scauri, formata da sabbia ocre e ciottoli, l'acqua dai colori nelle variazioni di verde. Nella prossimità della spiaggia, si trova anche una piccola grotta, omonima a quella più famosa di Capri, la grotta azzurra. Questo luogo fù scelto come metà di villeggiatura, per se e la sua famiglia, dal famoso attore e regista Nino Manfredi, la spiaggia fù immortalata nel film - Per grazia ricevuta - interpretato dallo stesso attore. Più tardi la stessa fù immortalata anche nel fim - Il Conte di Montecristo - interpretato da Gerard Depardieu e da Ornella Muti. Scauri è stata frequentata da molti personaggi illustri, tra cui Elena di Savoia, Umberto Nobile, Maria Montessori, Francesco De Gregori, Luciano De Crescenzo e molti altri. Minturno, oggi cittadina collinare, fù costruita dopo l’abbandono della cittadina costiera di Minturnae (di cui oggi restano molti resti nell’area archeologica di Minturnae, tra cui il teatro romano) per difendersi dagli attacchi dei pirati saraceni. La città di Minturnae ebbe un ruolo importante nell’antichità. Essa ospitò personaggi quali Caio Mario, Plotino e Marco Gavio Apicio. Nell’epoca medioevale la cittadina di Minturno, continuò ad avere un ruolo centrale nella storia e per questo è stata metà di personaggi illustri, come San Tommaso D’Aquino, Giotto, Alfonso D’Aragona, Isabella Colonna, Ferdinando II e altri. Di quel tempo, rimangono oggi, delle testimonianze storico-artistiche di elevata rilevanza, quali: la Chiesa di San Francesco costruita attorno l’anno 1320, tra le opere custodite all’interno l’affresco della Madonna delle Grazie, in suo onore nel mese di luglio si celebra l’antica Sagra delle Regne; la Chiesa dell’Annunziata eretta intorno al 1300, di stile gotico presenta all’interno affreschi come la Madonna con il Bambino e La crocefissione riconducibile al passaggio di Giotto o dei suo allievi; la Chiesa di San Pietro Apostolo, ex cattedrale edificata tra il IX e il XII secolo, dove all’interno si possono ammirare molte opere come la Cappella del Sacramento del 1587, il Pergamo, una tela raffigurante l’Ultima Cena ad opera del Sabatino; il castello baronale costruito per volere del Vescovo Leone come menzionato nella carta cassinese del 839, vide come suoi proprietari molte famiglie e personaggi importanti, tra cui i Riccardo dell’Aquila, i Caetani, Alfonso D’Aragona, Giulia Gonzaga, Isabella Colonna, Adriano Carafa. Da non dimenticare il caratteristico centro storico con i suoi vicoli e piazze. La gastronomia locale è conosciuta sin dall’epoca romana, di fatti uno dei personaggi che soggiornavano nella nostra costa era Apicio, il maggior esperto di gastronomia della Roma del basso impero. I piatti tipici vanno da quelli a base di pesce sino alle minestre di legumi, ben supportati da prodotti caseari, in primis la mozzarella campana, accompagnati da vini locali come falanghina e moscato.

Posizione geografica

Località: scauri

Città: minturno

Provincia: Latina

Regione: Lazio

Nazione: Italia

Continente: Europa

Latitudine: 41.26
(N 41°15'35" )

Longitudine: 13.704
(E 13°42'15" )

Editore:

http://www.minturnoscauri.it

Commenti

Nessun commento per questa guida

Aggiungi le tue opinioni

 

Contenuti vicini

A 32.8 Km -
cenni storici

roccasecca

foto guida

la ciociaria

L’area rimasta a lungo ai margini dello sviluppo industriale moderno, offre comprensori naturali di

A 52.9 Km -
Percorsi pedonali

campoli appennino

foto guida

*Week - end con l'Orso*

Territorio: Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise Comune: Campoli Appennino (Fr) Dislivello:

A 53 Km -
Percorsi pedonali

Terracina

foto guida

Passeggiata a piedi sugli alti sentieri della Valle

Una panoramica davvero a 360 gradi quando si sale dai piedi dei monti Aurunci, fino alla punta di Monte

A 59.4 Km -
da vedere

Ischia

foto guida

Spiaggia del fungo

La Spiaggia del Fungo si trova nel comune di Lacco Ameno, accanto alla piazza del Capitello alle spalle

Condividi questa guida

...
STRUTTURE
foto struttura

A 2 Km -Minturno (LT): b&b Casa delle Rose

 

foto struttura

A 3 Km -Scauri di Minturno (LT): Hotel La Rosetta

 

foto struttura

A 11 Km -campobasso: Villaggio Ciocca

 

foto struttura

A 12 Km -castelforte: La Bottega Dell' Artista

 

foto struttura

A 14 Km -Formia: Ristorante Tana del Lepre